media

Mamme e papà si scontrano quasi sempre con il problema "zaino". Eh si perché scegliere uno zaino non è una cosa così facile. Trolley o zaino semplice, colorato o serioso, capiente o meno capiente?

La tipologia di zaino giusta varia di scuola in scuola ed anche in base all’età dei bambini e, su questo, consigliamo un confronto con le mamme (ed i papà... esistono anche loro!!!) con bimbi che abbiano frequentato la stessa scuola. Se in prima elementare le dimensioni dello zaino possono essere più ridotte, già a partire dalla seconda elementare sarà necessario acquistare una cartella con misure da zaino per la scuola. Spesso si sentono  lamentele per le eccessive dimensioni degli zaini scuola: può darsi ma tutto dipende da quanto uno zainetto venga effettivamente riempito giorno per giorno.

Gli zaini solitamente hanno una capacità di circa 28/30 litri che è una giusta via di mezzo tra il “troppo piccolo ed il troppo grande. Ma la dimensione non è, in effetti, la discriminante più importante: è fondamentale scegliere un modello di zaino estensibile con scomparto principale diviso in due e dotato di tasche e zip che permettano di allargarlo ed ingrandirlo all’occorrenza.

Tra gli zainetti di prima elementare riscuotono molto successo quelli con immagini o disegni di animali ma bisogna tenere conto che uno zaino da “prima” difficilmente fa tutto il percorso scolastico elementare perché facilmente verrà sostituito durante il quinquennio più per la crescita e il modificarsi dei gusti del pargolo che per rottura o danneggiamento. Quindi è bene forse puntare a fantasie classiche e meno soggette alla moda del momento in modo da poterlo magari “riciclare” per il fratellino o per la sorellina minore.

Uno zaino ideale deve essere lavabile, resistente ed indistruttibile, magari con il fondo rinforzato per evitare che si buchi solo dopo qualche mese di utilizzo).

Altro punto focale per la scelta di uno zaino, soprattutto per le scuole primarie, è il fattore protezione e comodità: un buono zaino deve prevedere rinforzi e sagomature sullo schienale per potersi conformare facilmente alla schiena dei bambini permettendo una migliore distribuzione del peso di libri e quaderni evitandone lo scivolamento verso il bacino. Deve avere gli spallacci imbottiti, rinforzati ma morbidi, deve essere comodo e di buona qualità. Lo schienale degli zaini è preferibile in tessuto traspirante.

Per una maggiore sicurezza dei bimbi ormai quasi tutti gli zaini in commercio hanno il logo o inserti in materiale rifrangente che aiuta ad essere maggiormente visibili in inverno quando, all’uscita dalla scuola, la luce solare è ormai quasi totalmente assente.

Una volta scelto lo zaino bisogna però imparare ad usarlo in modo corretto: bisogna saperlo riempire e saperlo indossare così che qualsiasi movimento del bambino risulti non solo comodo ma anche naturale.

Cosa bisogna fare? Semplice: bisogna regolare gli spallacci facendo in modo che aderiscano perfettamente alle spalle assecondandone la curvatura; riempendolo bisognerà assicurarsi che i libri più pesanti vadano posizionati vicino alle zone di appoggio, bilanciare il peso a destra e sinistra e non bisogna riempire eccessivamente le tasche superiori o inferiori.

Semplice no?

Prodotti correlati
Commenti: 0

Nessun commento

Lascia un commento

La Tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono segnalati*